top of page

Craft, activity and play ideas

Public·18 members

Scale Di Hogwarts E Scale Di Escher


Il quadro in questione era #relatività ed è proprio pensando a questa meravigliosa assurda e geniale rappresentazione che a me vengono in mente le scale impossibili della Scuola di Magia e Stregoneria di #hogwarts! Io sono una fan di Harry Potter e a mio avviso il regista si è ispirato proprio al genio Escher!




Scale di Hogwarts e scale di Escher



"Alle scale piace cambiare" si direbbe a Hogwarts, ma in questo caso non siamo all'interno di una scuola di magia, ma stiamo osservando una "semplice" illusione ottica. L'immagine venne creata e descritta per la prima volta dai matematici inglesi Lionel e Roger Penrose (rispettivamente padre e figlio) in un articolo del 1958.


Nell'immagine, che potrete vedere anche in calce alla notizia, si può semplicemente osservare una rampa di scale che sembra andare verso l'alto o verso il basso in base al percorso che tracciamo. Pubblicata per la prima volta nel British Journal of Psychology nel 1958, l'illusione falsifica la prospettiva di chi la guarda (a proposito di illusione ottica, vedete un Babbo Natale arrabbiato qui?).


A Milano sono esposti tutti i capolavori di Escher, come Mano con sfera riflettente, Relatività (o Casa di scale), Metamorfosi e Belvedere, oltre a esperimenti scientifici, giochi e approfondimenti didattici che consentono ai visitatori di ogni età di comprendere le invenzioni spiazzanti, le prospettive impossibili, gli universi apparentemente inconciliabili che si armonizzano in una dimensione artistica unica.


E forse è proprio questo il motivo per cui le opere di Escher risuonano e si moltiplicano anche a 44 anni dalla sua morte, come ben documenta l'ultima sezione della mostra intitolata "Eschermania": da Labyrinth, il film dell'86 con David Bowie a Harry Potter, dalle cover dei Pink Floyd a un 45 giri dei Nomadi, dai fumetti di Topolino ai Simpson, dalla copertina delle Cosmicomiche di Calvino nell'edizione Einaudi del 1965 alle pubblicità Audi e Illy, fino all'installazione di Studio Azzurro Scale sognanti ispirata a Casa di scale che permette al visitatore di entrare fisicamente in un ambiente dalle prospettive spaziali sconvolte, le immagini di Escher continuano a proliferare, dentro e fuori a un'esposizione dove il tutto, indubbiamente, vale più della somma delle parti.


Nolan first pitched the film to Warner Bros. in 2001, but decided that he needed more experience making large-scale films, and embarked on Batman Begins and The Dark Knight.[9] He soon realized that a film like Inception needed a large budget because "as soon as you're talking about dreams, the potential of the human mind is infinite. And so the scale of the film has to feel infinite. It has to feel like you could go anywhere by the end of the film. And it has to work on a massive scale."[9] After making The Dark Knight, Nolan decided to make Inception and spent six months completing the script.[9] Nolan said that the key to completing the script was wondering what would happen if several people shared the same dream. "Once you remove the privacy, you've created an infinite number of alternative universes in which people can meaningfully interact, with validity, with weight, with dramatic consequences."[33]


On Rotten Tomatoes, the film holds an approval rating of 87% based on 361 reviews, with an average rating of 8.10/10. The website's critical consensus reads: "Smart, innovative, and thrilling, Inception is that rare summer blockbuster that succeeds viscerally as well as intellectually."[109] Metacritic, another review aggregator, assigned the film a weighted average score of 74 out of 100, based on 42 critics, indicating "generally favorable reviews".[110] Audiences polled by CinemaScore gave the film an average grade of "B+" on an A+ to F scale.[111] 041b061a72


About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...
bottom of page